Residenza Via al Lido

2015 | Lugano - Switzerland

Il progetto esce dai canoni edilizi e si propone come una presenza urbanistica importante che possa partecipare alla valorizzazione dell’intorno. L’intento è quello di proporre un’immagine completamente nuova per l’area, utilizzando forme, materiali e colori, che potessero trasmettere una tranquillità percettiva non solo agli inquilini dell’edificio stesso, ma anche a tutti coloro che vivono il quartiere nella quotidianità.
I due volumi accostati che compongono lo stato di fatto vengono mantenuti, ma caratterizzati come corpo unico attraverso lo studio di una pelle che alterna pannelli in legno Parklex ed intonaco dalla base fino al coronamento dell’edificio. I balconi esistenti vengono valorizzati e diventano protagonisti sia attraverso l’alternarsi dei pieni e dei vuoti, che ospitando l’inserimento di vasche contenenti un’alberatura pensile, le quali hanno l’importante scopo di creare quella dinamicità tanto ispirata dalla natura.

La presenza del verde, in facciata e in copertura, non è solo estetica, ma soprattutto orientata ad un miglioramento delle prestazioni termiche dell’edificio nella sua globalità. Il pacchetto tetto infatti, viene pensato tecnologicamente al fine di utilizzare sia la naturale capacità della terra e del tetto verde di accumulare calore e proteggere gli ambienti sottostanti, fungendo così da isolante naturale, che da superficie atta ad ospitare i pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.
22 appartamenti di diverso taglio vanno a costituire la composizione cellulare dell’edificio, gli spazi vengono studiati per ottimizzare al massimo ogni superficie fruibile, eliminando inutili corridoi e disimpegni, il tutto ravvivato dall’uso della luce naturale, la quale, entrando dalle grandi vetrate, illumina di giorno lo spazio interno e la sua composizione di forme.